Cuba va con tigo – Viaggio a Cuba

Si dice che i sogni son desideri e a volte si avverano, in questo caso posso dire che è vero, era da tantissimo tempo che desideravo e sognavo un viaggio a Cuba, e dopo anni di attesa finalmente il sogno si è realizzato.
Purtroppo non c’è stato molto tempo per organizzare il viaggio in modalità “Fly & Drive”, quindi ho preferito partire con quasi tutto organizzato in strutture alberghiere e con i vari transfers  prenotati, il tempo a mia disposizione era pochino, una settimana basta giusto per assaporare che sei in uno dei posti più belli del mondo e lasciarti con quella voglia di tornarci prima possibile.
Un bel viaggio inizia da un ottima compagnia… 🙂

img_9220  img_9272

e una super affidabile compagnia aerea che vizia i passeggeri durante il volo (anche la grappa ci hanno offerto)… 🙂
img_9223 img_9276 img_9283 img_9275 img_9273

Appena scesi dall’aereo rimaniamo un pò così a bocca aperta, file lunghe per i controlli di sicurezza in aeroporto, gli addetti così lenti tranquilli (flemma cubana 🙂 ), le donne poliziotto con la divisa rigorosamente in gonna e calze a rete, zero aria condizionata un caldo umido quasi soffocante, il primo pensiero è stato…”oh mamma, dove cavolo siamo finiti!!!”.
Ma siamo all’ Havana, nell’altra parte del mondo….sorriso a 36 denti e via, cerchiamo il nostro autobus per arrivare in hotel e scoprire questo nuovo mondo!

dscf9796 dscf9799

Giusto il tempo di posare le valigie, una doccia e ci catapultiamo subito fuori a vedere L’Havana Vieja.
In assoluto la prima tappa è stata la “Bodeguita del Medio”, il bar frequentato da personaggi famosi, come Pablo Neruda, Ernest Hemingway..ecc,  e dove hanno inventato il famoso e buonissimo Mojito 🙂
L’atmosfera all’interno è quella tipica cubana, musica dal vivo, gente sorridente e mojito 🙂
img_9285 img_9291

…giriamo per le strade ed ecco l’Auténtica Cuba, le mitiche auto cubane anni 50, case diroccate ma colorate…. presenza di Che Guevara ovunque…..ma anche piazze bellissime e ristoranti accoglienti,

img_9292 img_9294 img_9295

e visto che la fame si fa sentire ne scegliamo uno e proviamo il cibo cubano dicono sia fatto di cose semplici, pesce fresco, carne, pollo, riso, fagioli e ottima frutta. Allora per cominciare proviamo il pesce, prendiamo un  aragosta ai ferri e un misto pesce accompagnato da riso con i famosi fagioli neri, verdure e platani fritti…..ma che bontàààà! 🙂

img_9299   img_9300

Prima notte passata quasi in bianco, per colpa del fuso orario e dell’ adrenalina del viaggio :)…. di buon mattino cominciamo il tour con la guida statale, che per mezza giornata ci ha portati in giro nella parte vecchia della città e svelandoci alcuni segreti…
dscf9830 img_9344

Lo sapevate che all’ Havana anche i colori e l’altezza dei balconi hanno un senso? Praticamente l’altezza dei balconi dipende dalla ricchezza della famiglia, più sono alti più la famglia è ricca 🙂 anche i colori differenziano la ricchezza, il blu è il colore dei più agiati, il marrone un pò meno…e così via…

dscf9807

…proseguiamo la nostra visita…giriamo per le stradine e visitiamo le piazze principali, quelle un pò più turistiche, per strada non mancano bancarelle di generi alimentari (altro che certificati  HACCP :)), con tutti frutti esotici e strani…

img_9351 img_9347

… negozi improvvisati in tutti i posti della casa, anche nella scala…hihihiihih
img_9441

io ne approfitto per comprare le mie amate banane….(le ho mangiate in tutte le città che ho visitato, potevano mancare qua? 🙂 piccole, tozze ma buonissime le più buoneeee che abbia mai mangiato 🙂  )
img_9348

.. . la guida ci porta in un posto dove ci insegnano a fare il Mojito cubano originale, e ovviamente poi lo beviamo pure (erba buena (menta), zucchero di canna, ghiaccio, lime, havana 3 anni e acqua frizzante )… 🙂
img_9345

Nel pomeriggio decidiamo di affittare un taxi con autista per fare un giro esterno della città, un tour di 3 ore al caldissimo, ovviamente dentro la macchina non esiste l’aria condizionata, anzi tutt’altro…arrivava pure l’aria ben riscaldata del motore.
img_9352
…tour reso piacevole da Andrea e Antonella una coppia di bolognesi molto simpatici conosciuti in hotel con i quali abbiamo girato tutti i 3 giorni all’Havana, si sà..l’unione fa la forza 😉 ,
img_9365

…passiamo dall’Hotel Nacional, storico hotel cubano dove sono passati molti potenti e personaggi famosi simpatici allo stato cubano, 🙂

img_9366

..tra i quali anche Zucchero 🙂 …

img_9359  img_9360
…un salto a piazza della Rivoluzione ad ammirrare il Che e Fidel

img_9381img_9382img_9394
“Hasta la victoria siempre”, potevamo non portarci dietro le Chiazziere e Donnavventura? Simbolicamente ci sono tutte le nostre amiche avventuriere e per renderle omaggio ci siamo portate le maglie Donnavventura 🙂

img_9389

…continuamo il nostro tour…attraversiamo tutto il Malecòn (lungomare dell’Havana), prendiamo il tunnel costruito sotto acqua nel fiume che attraversa l’Havana e andiamo nella parte alta e panoramica della città…img_9398

…a vedere il Cristo dell’Havana, una scultura alta 20 metri fatta interamente con il marmo di Carrara, i cubani dicono che il Cristo scolpito tenga in una mano il sigaro e nell’altra un bicchierino di rum, purtroppo non si vede bene causa lavori di restauro in corso…ve ne propongo una versione io 🙂

img_9423

…in giro si trovano queste camionette favolose dove fanno bevande tipiche cubane con canna da zucchero grezza o dell’ottima frutta fresca…ne abbiamo approfittato per rinfocillarci e avere un sollievo dal fortissimo caldo/umido

img_9406  img_9430
…ultimi scatti prima di finire il giro in taxi …congediamo il nostro bravissimo autista e ci organizziamo per la sera.

img_9408 img_9378

Sotto stretto consiglio di altri connazionali conosciuti in hotel abbiamo comprato i biglietti per andare a vedere lo spettacolo dei “Buena Vista Social Club” con annessa cena…
dscf9869  img_9471

….uno spettacolo così avvolgente, coinvolgente, dinamico, divertente non l’avevo mai visto, musica cubana con balli tra i vari tavoli, spettacolare! A fine spettacolo ne approfittiamo per fare una foto ricordo con due delle componenti della band.
img_9476

Finito lo spettacolo la stanchezza si fa sentire, allora preferiamo prendere un taxi per tornare in hotel, troviamo un bici taxi di ultima generazione e ne approfittiamo per provare l’ebrezza del mezzo 🙂 , alla guida si siede un ragazzino non più grande di 15 anni che con grande destrezza guida quella bici, ma lo stesso mi sono sentita in colpa a farmi portare in giro da un ragazzo così piccolo, in bici con il peso di due adulti, l’unico modo per sdebitarci poteva essere lasciare qualcosa in più e così è stato, ha apprezzato molto.

img_9478
Stremate ma soddisfatte andiamo a dormire, ci stiamo abituando al nuovo orario e riusciamo a dormire qualche ora in più …ma al solito la mattina meglio alzarsi presto, colazione con Andrea e Antonella e poi via in giro per la città.
Di passaggio per lavoro a l’Havana per nostra fortuna c’è Sergio un mio storico amico siciliano, il quale conosce l’Havana benissimo e ci porta in giro a vedere qualche chicca..
dscf9881 dscf9885 dscf9887  dscf9890
e a mangiare nei posti meno turistici, prelibati e anche economici…
img_9489 img_9495
…e devo dire che ci ha azzeccato alla grandeee…. 🙂 mamma mia che bontà, stavolta ho voluto provare la carne con vedure, al solito accompagnata da riso con fagioli neri e platani fritti, uno spettacolo….

img_9499
..sempre sotto guida di Sergio andiamo in un hotel molto famoso de l’Havana per una vista molto suggestiva della città
img_9510 img_9531
per strada mi colpiscono gli occhi di questo ragazzino che sembrano di cristallo, e non ho resistito a fare una foto insieme a lui, i cubani originali, al contrario di quello che  pensiamo, non sono con la pelle nera, ma chiari con gli occhi chiari somaticamente come noi occidentali, ma ai tempi della schiavitù furono portati tantissimi africani nell’isola e la fusione dei due popoli ha creato delle meraviglie viventi con pelle scura e occhi chiari, a volte sembrano di ghiaccio.
img_9536
Ultima sera all’Havana Sergio decide di portarci in un ristorante dove lui è di casa , e dove si mangia davvero benissimo, “Dona Eutimia”, credo di aver mangiato i fagioli neri più buoni del mondo, dicono che li cucinano di notte per non far vedere a nessuno al ricetta segreta.
Ci fanno sentire come a casa, ci riservano un tavolo dove poter stare più tranquilli e chiacchierare anche con lo staff ….

img_9542
….con mojito speciali, che goduria….
img_9537
…quattro chiacchiere con Mami, la cuoca dei fritti… 🙂 che simpatica
img_9545
…e poi via a fare un giro nella parte nuova de l’Havana alla ricerca di locali, stavolta prendiamo un coco taxi, una specie di lambretta trasformata con 3 posti a sedere dietro, che spasso!!!
img_9546 img_9547
Salutiamo l’Havana e aspettiamo il transfer per andare a Varadero, dove passeremo i prossimi 4 giorni.
Varadero è una località turistica balneare, dove c’è la spiaggia più grande dei Caraibi  dista circa 3 ore dall’Havana,  ma tra fermate e interruzioni ci impieghiamo qualche oretta in più.
Durante il tragitto si incontrano questi bar all’aperto con dell’ottima frutta fresca e cocchi appena raccolti..
img_9551 img_9552
ne approfittiamo per prendere una bella pigna colada con l’aggiunta di rum ovviamente….buonissimoooo!
img_9555 img_9561
Con il sorriso a pieni denti arriviamo nel villaggio e visto che ancora non è pronta la camera ne approfittiamo subito per dare un occhio al fantastico mare e al villaggio,
img_9564 img_9568
…belllo davvero… 🙂
img_9573 img_9589
…ci ambientiamo subito… capiamo che in spiaggia si trova di tutto di più, dal bar, al tizio che vende i sigari, o che fa i braccialetti o vende escursioni, e c’è anche chi taglia un bel cocco fresco, e alloraaaa…. perchè non prenderne uno? 🙂

img_9591 img_9603
…diciamo che è stato il nostro migliore amico per tutto il giorno…specialmente dopo aver scoperto che l’acqua di cocco miscelata con ottimo rum dà quel gusto che mai t’immagineresti 🙂
In spiaggia si sà, tra un cocktail e un altro ti ritrovi sotto la capannina di altri e così abbiamo conosciuto un pò il vicinato, spagnoli, cilene, canadesi, le persone più pazze del mondo, (osate immaginare quando doveamo parlare cosa veniva fuori, spagnolo inglese cileno italiano…. 🙂  )

 

img_9663

img_9635
…amici da una vita e inseparabili in un batter d’occhio… 🙂 al mare, in spiaggia, pranzi e cene insieme al villaggio, serate al bar a bere fino a tardi a raccontarci spezzoni di vita, che spasso…

dscf9928
…inseparabili anche sott’acqua 🙂 las chicas mas linda de todo el villaggio 🙂
dscf9921 dscf9924 dscf9926 dscf9927
…in spiaggia non manca un pò di movimento…(d’altronde qualcosa bisogna smaltirla, per tutto quello che si mangia e beve nei villaggi ci vorrebbero ore e ore di palestra…altro che un pò di pallavolo!) 🙂

img_9606

…e ogni tanto anche un pò di relax…giusto per provare la comodità delle sdraio 🙂

dscf9901 dscf9905

Al villaggio decidiamo di comprare due escursioni per vedere più cose possibili di Cuba, troppo relax tranquille nel villaggio non va bene…meglio girare e scoprire l’isola nelle sue diverse sfaccettature.
La prima prevedeva giro in catamarano con bagno nella barriera corallina in pieno oceano,  pranzo a Cayo Blanco e bagno con delfini.
Diciamo che la barriera corallina non mi ha fatta impazzire particolarmente, quella vista in Messico qualche anno prima era molto più bella, o forse è stata  anche colpa delle correnti dell’Oceano che ci trascinavano senza farci vedere molto…

dscf9945
…approdiamo a Cayo Blanco…un isola fantastica a sud di Varadero, fatta da spiagge bianchissime e mare cristallino

dscf9971
..visto che ancora il pranzo non è pronto gli isolani ci intrattengono con balli e giochi simpatici, praticamente dentro la bottiglia c’erano tantissimi pagurini e noi tutti a cerchio in spiaggia ad aspettare che ci raggiungessero appena liberati, in palio c’era una bella bottiglia di Rum, che ovviamente….noi non abbiamo vinto 🙁 …ci vuole fortuna anche a far correre un paguro 🙂
img_9745 img_9746 img_9747

…che spiaggia meravigliosa….
img_9773 img_9800
Cubaaaaaaa…
img_9856
nel pomeriggio ci spostiamo al delfinario per fare il bagno con i delfini.
Ora io non so come descrivervi il tutto…ma credo sia stata una delle esperienza più emozionanti e belle della mia vita, sono tornata bambina, non ho capito più niente solamente non volevo più lasciarlo…

dscf0009 dscf0011 dscf0021 dscf0022
spettacolaareeee..si sentiva anche il suo battito…..dscf0026

Archiviamo questa bellissima esperienza e pensiamo già al penultimio giorno di permanenza a Cuba, la seconda escursione senza mare molto diversa dalla prima, di tutta un’ intera giornata prevedeva la visita delle favolose cittadine di Trinidad, Santa Clara e Cienfuegos e 600 km di percorso.
Di buon mattino partiamo in gruppo con un pulmino taxi, dopo 3 lughe ore di viaggio, raggiungiamo la prima delle tre città, Santa Clara, detta anche città della rivoluzione,  prima tappa al mausoleo di Che Guevara,  vietatissimo fare foto all’interno, ma c’era quasi tutto del Che, foto, oggetti, vestiti …

img_9940img_9921
img_9922
img_9941
proseguiamo la gita….e per strada ci soffermiamo sulla statua a lui dedicata, il giovane Guevara,  rappresenta le nuove generazioni di rivoluzionari…
img_9983
lasciamo la città..e per strada rimaniamo colpiti da mezzi di locomozione di altri tempi.. 🙂

img_9984 img_9988
…arriviamo a Trinidad, città vecchia di 500 anni dichiarata patrimonio dell’Unesco, bellissima, stradine piccole case coloratissime, molto particolare, suggestiva.

img_9995
img_0003 img_0007img_0008 img_0036
…sarà anche lui vecchio di 500 anni? 🙂

img_0009
…qui fonte di ricchezza sono le colture di canna da zucchero caffè e tabacco, la guida ci spiega che i migliori sigari sono quelli avvolti nelle foglie di palma, ne mantengono integri il sapore e la consistenza.

dscf0047
…ci rimettiamo in viaggio per raggiungere l’ultima città in programma Cienfuegos, la città dei Centofuochi, un giro al centro, luogo con il più alto numero di edifici neoclassici
img_0038 img_0041
per le strade esposizioni di quadri e bancarelle varie con accessori tipici e fatti a mano.
Tra tutte ci colpisce un quadro esposto in strada…. raffigura una signora dagli occhi verdi, identica a una signora conosciuta all’Havana che vendeva le noccioline, così garbata, gentile, bella che incontravamo ogni giorno in strada, e giusto l’ultimo giorno che l’ho cercata per regalarle alcune cose non l’ho trovata, ci sono rimasta malissimo e non dimenticherò mai il suo viso.

img_0037

Cuba è così, ci vai per scherzo, per divertimento, piangi quando arrivi perchè pensi dove cavolo sono finita…, e piangi quando vai via, ti lascia dentro sensazioni, odori, sapori, visi, persone, uniche che non dimenticherai mai.
Chiudo con queste 2 foto….che forse più descrivono i nostri stati d’animo in quei giorni passati là…

img_0069 img_0080
…e quest’altra scattata l’ultima sera passata insieme alle nostre amiche “Butanas Cilene” che sia di buon auspicio per il prossimo viaggio….magari in Cile….chissà 🙂   we miss youuuuu! See you soon amigas!

img_0126

One comment on “Cuba va con tigo – Viaggio a Cuba”

  1. Ana María Sánchez V. scrive:

    Que lindoo amiga! Grandes
    momentos en ese hermoso país !
    Lo mejor haberlas conocido ,un
    abrazo desde Chile! See u soon
    I hope that…Miss u!💗

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



  Torna Su