In Aspromonte – toccata e fuga… dal maltempo

Approfittiamo del ponte del 25 Aprile per organizzare una bella gita di qualche giorno in Calabria, una così bella regione a tratti sconosciuta a due passi dalla nostra Sicilia. Allora mi metto alla ricerca di associazioni, gruppi o qualsiasi persona che potesse guidarci o darci qualche dritta per escursioni o scarpinate nel magnifico Parco Nazionale dell’Aspromonte. Un mio amico mi suggerisce Misafumera, un associazione di escursionisti professionisti che opera in tutte le terre del sud in particolare in Calabria, li contatto e ci propongono una bella escursione in trekking in territorio di Zervò.

Allora perchè non andare? 🙂 Alloggiamo a Bagnara Calabra, un pò distante dal punto d’incontro, di buon mattino armati di tanta buona volontà ci mettiamo in viaggio, solamente che…il tempo non è dalla nostra parte, 🙁

IMG_7067

…ma andiamo lo stesso al punto d’incontro….magari prima o poi smetterà.

Arriviamo all’ex Sanatorio Antitubercolare di Zervò, dove il resto della ciurma ci aspetta…,

IMG_7075

incontriamo il gruppo, conosciamo la guida, Diego, che comincia a darci qualche dritta sul percorso…

IMG_7068

facciamo un giro nel ranch, nella speranza che il tempo si sistemi,

IMG_7070 IMG_7071 IMG_7073 IMG_7074

…(è davvero bello questo posto)…

IMG_7076

..ma nulla da fare, vento, freddo,nebbia e pioggia non ne vogliono sapere di abbandonarci, allora mi sa che conviene che abbandoniamo noi, escursione annullata, si ripiega al rifugio Biancospino  per chi come noi non l’ha mai visto.

Ci dirigiamo verso i piani di Carmelia, in scenari totalmente immersi nella natura,

IMG_7078 IMG_7079  IMG_7082 IMG_7083

visitiamo il rifugio, e Diego ci accompagna li vicino in un punto panoramico, sperando che la nebbia ci regali qualche squarcio limpido…..(facciamo che ce lo immaginiamo il bel panorama 🙂 )

IMG_7084

il parco Nazionale dell’Aspromonte è davvero enorme

IMG_7086

qualche foto ricordo… 🙂

IMG_7087

…nella via del ritorno verso il rifugio abbasso gli occhi e vedo questa meraviglia dai colori sgargianti, una piccola Salamandra…:) mai vista una dal vivo…

IMG_7106

…e allora si torna bambini.. che pauraaa … 🙂

IMG_7095  IMG_7099

rientriamo in rifugio per consumare il pranzo in compagnia, fuori fa davvero freddo, e il camino non dispiace per nulla,

IMG_7110

tiriamo fuori i viveri e mangiamo tutti insieme… tra racconti e conoscenze di storie altrui…con un ottimo vino locale offerto dai gestori del rifugio

IMG_7141IMG_7142IMG_7144

IMG_7119

un brindisi con la grappa alla liquirizia fatta in casa da uno dei ragazzi accompagnata da buonissimi biscotti tipici calabresi fatti da Therese

IMG_7126

…un pò di autocelebrazione… 🙂

IMG_7140

…che dire…per quel poco che abbiamo visto causa maltempo posso dire che ci tornerò, posti bellissimi, a tratti selvaggi, aspri, ma di notevole bellezza, abbiamo conosciuto persone straordinarie, che come noi amano la natura, il trekking e l’escursionismo in generale.

Un grazie enorme va a Diego, alla moglie Annalisa, a Therese per averci offerto ospitalità nel rifugio facendoci sentire a casa, e a tutto il resto della ciurma conosciuta li.

E come diceva (Bruce Chatwin)

Diversivo, distrazione, fantasia, cambiamenti di moda, di cibo, amore e paesaggio. Ne abbiamo bisogno come dell’aria che respiriamo.

Con questa ventata di aria nuova torniamo in Hotel soffermandoci sui paesaggi:

IMG_7148 IMG_7151

2 comments on “In Aspromonte – toccata e fuga… dal maltempo”

  1. Roberta Bellofiore scrive:

    Ciao descrizione perfetta e foto troppo reali tanto da sentire freddo solo rivedendole….grande Francy

  2. Diego Festa scrive:

    Grazie mille ragazze, vi aspettiamo. Un abbraccio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



  Torna Su